0 Flares Facebook 0 Twitter 0 Google+ 0 LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×

pizza
Sulla sua nascita si narrano varie storie, varie vicende: originariamente, non era neppure considerata una ricetta vera e propria.
Difatti, e le prime testimonianze risalgono addirittura all’anno 997, era una sorta di pasta, utilizzata dai fornai, che serviva unicamente per misurare la temperatura del forno; il nome, poi, deriva, così si dice, dal latino volgare di Gaeta. Pare che sia una deformazione della parola “pitta”, una focaccia schiacciata diffusa in diverse città del meridione.
La tradizione più comune, più famosa, e più conosciuta è quella secondo cui la pizza vera e propria nacque nel 1889 ad opera del cuoco napoletano Raffaele Esposito, il quale volle omaggiare la Regina d’Italia, Margherita di Savoia, dando alla luce, appunto, la cosiddetta “Pizza Margherita”; altro non era se non una pizza condita con basilico, mozzarella e pomodori, al fine di ricreare, nel mondo culinario, le tonalità che troneggiavano, e troneggiano tuttora, sul tricolore italiano.
Rimase a lungo “confinata” nel mondo napoletano, e solo a partire dai primi anni del novecento si diffuse dapprima in gran parte d’Italia, e susseguentemente nel resto del mondo, sino a divenire, dalla seconda metà del novecento, un simbolo conosciuto, invidiato, imitato e amato ovunque.
Anche in Romagna la pizza è apprezzatissima: sono tantissime, infatti, le pizzerie presenti sul territorio. E’ divenuta in pochissimo tempo un alimento fondamentale nella dieta dei romagnoli stessi; tra l’altro la piadina, il simbolo della Romagna, ha da qualche tempo una variante che nasce proprio dalla pizza: la “piadipizza” o “piadizza”. Altro non è che una piada stesa, farcita e cotta esattamente come la pizza. Questa buonissima variazione sul tema è stata accolta dal pubblico nostrano con grande entusiasmo, e si è diffusa capillarmente ovunque.
In Romagna si mangia una pizza sottile e fragrante; le pizze al taglio, invece, sono solitamente più spesse. Ogni regione ha fatto propria la ricetta napoletana e l’ha interpretata secondo i gusti locali. Tippest offre la possibilità di gustare pizze buonissime, tutte preparate con materie prime di grande qualità. Tonde, al taglio, al metro, da asporto e perfino dolci. Cosa aspetti? Cerca su www.tippest.it la pizzeria che più ti piace; prova uno dei nostri convenienti menu e lasciati rapire da uno dei sapori più famosi al mondo: quello della pizza! Ti aspettiamo.