0 Flares Facebook 0 Twitter 0 Google+ 0 LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×

Fra le varie prelibatezze marchigiane, troviamo 5 piatti che bisogna assolutamente provare!

Al primo posto della nostra classifica  troviamo i Vincisgrassi: una pasta al forno composta da vari strati, solitamente conditi da parmigiano e un ragù di più carni. Essendo un piatto tradizionale, ogni famiglia ha una sua ricetta, c’è chi li arricchisce con della besciamella per esempio, altri invece preparano la pasta fresca aromatizzata con del marsala o del vino cotto, chi invece crea un ragù molto saporito, aggiungendo creste di gallo o fegatini.

Al secondo posto invece troviamo il famoso Brodetto Marchigiano. Un piatto di pesce molto appetitoso. Anche questo è un piatto della tradizione, quindi cambia da famiglia a famiglia. La ricetta tradizionale prevede prima di tutto la cottura di cipolla finemente tritata lasciata appassire in una teglia con 4 cucchiai d’olio, a cui successivamente verranno aggiunte seppioline tagliate in piccole parti , il tutto poi verrà lasciato riposare e ricoperto dal di pesce, aggiungere poi sale e pepe e lasciare cuocere. Separatamente invece verrà preparato il pesce, precedentemente pulito e infarinato,  verrà poi unito al preparato di seppie e cipolle. Aggiungere acqua calda, vino bianco, sale e pepe e portare il tutto a cottura per circa 10 minuti.

Al terzo posto troviamo la Pizza Cresciuta. Consiste nel creare un impasto con due tipi di farina: Farina di mais e farina bianca, Una volta creato l’impasto (deve risultare morbido) con olio e acqua bollente, va depositato in una teglia con bordi alti, precedentemente spennellata con olio, il tutto verrà lasciato in forno a 250°. Nel frattempo si prepara il ripieno, la ricetta originaria vuole, carne di maiale tagliata a cubetti cotta in tegame con due cucchiai d’olio e una spruzzata di vino bianco,  separatamente tagliuzzare il lardo con uno spicchio d’aglio e sbollentare le verdure. unire poi il tutto e andare a riempire l’impasto precedentemente tagliato a spicchi e aperti a libretto. Un ottimo piatto servito caldo, ma che può essere gustato anche freddo.

Al quarto posto abbiamo i Frescarelli! Sono chiamati anche Polenta di riso. Originariamente  venivano cotti dei grumi di farina ottenuti schizzando gocce d’acqua nella farina all’interno della polenta,  tramite dei rametti bagnati (o Fresche, da qui il nome). Inizialmente erano quindi simili a un Cous Cous di grano tenero, ora invece spesso viene  utilizzato il riso stracotto. Per gustarli al meglio, una volta cotti e quando assumono all’incirca la corposità della polenta, dovranno essere stesi su una spianatoia e conditi con un sugo precedentemente preparato con del sugo di cipolle sedano e carote soffritti in olio a volte insieme a pezzetti di salsiccia, lonza o al solo grasso, a cui si aggiunge il pomodoro e si rifinisce con la maggiorana. Per finire il tutto una bella nevicata di formaggio grattugiato!

Al quinto posto troviamo invece lo Stoccafisso in Potacchio! Ecco come prepararlo: Per prima cosa, tagliare lo stoccafisso a pezzi, eliminare le lische e infarinarlo leggermente, soffriggerlo poi in olio, aglio, prezzemolo e rosmarino tritati. Nel frattempo preparare un sugo di pomodoro e peperoncino, e unire poi il tutto allo stoccafisso. Bagnare il tutto con vino bianco e continuare la cottura a fuoco lento per circa un ora. È consigliabile poi servirlo a tavola direttamente sul tegame di cottura.

Avete mai provato queste specialità marchigiane? siete d’accordo con la classifica dei nostri 5 piatti marchigiani?   Su www.tippest.it potrete trovare decine di offerte che fanno al caso vostro!