0 Flares Facebook 0 Twitter 0 Google+ 0 LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×

Il termometro inizia a superare i 20° sempre più spesso e l’Estate è ormai quasi alle porte. Questo significa mare, Olimpiadi, Europei, tramonti infiniti, serate con gli amici… ma anche caldo, umidità e (purtroppo) zanzare!
Spesso ci troviamo in compagnia di altre persone e mentre noi veniamo letteralmente massacrati di pizzichi in parti del corpo che nemmeno pensavamo di avere loro rimangono completamente inviolati come se avessero una specie di armatura. E’ una magia o alle zanzare stiamo semplicemente più antipatici?! Niente di tutto ciò… Ci sono infatti una serie di motivazioni scientifiche per cui le zanzare decidono di pungere proprio noi e non altri.  Scopriamole insieme!

1 Essere uno sportivo
Sembrerà strano ma per una volta essere una persona pigra e sedentaria avrà i suoi effetti positivi. Infatti le zanzare riescono a percepire anche da grandi distanze l’acido lattico che si accumula nel nostro corpo durante l’attività sportiva. Non solo, l’aumento di temperatura corporea causato dal fare sport ci rende delle prede ancora più appetitose agli occhi delle zanzare.

2 La respirazione
Ovviamente non ti diremo di smettere di respirare, ma sappi che le zanzare sono estremamente attratte dall’anidride carbonica che emettiamo proprio durante la respirazione. Questo è il motivo per cui le persone sovrappeso, che tendono ad avere una respirazione più affannosa, risultano dei soggetti più esposti ai pizzichi di zanzara!

3 I Batteri sulla pelle
Vi siete mai chiesti perché le zanzare ci pungono principalmente sulle estremità del nostro corpo?! Ebbene è li che si accumulano la maggior parte dei batteri che albergano sulla nostra pelle e i batteri attraggono fortemente le zanzare.

4 L’alcohol
Hai sete e vuoi bere un bel Mojito o una bella birra ghiacciata?! Bene, ma sappi che l’alcohol aumenta le tue probabilità di essere morso.  Le motivazioni sono principalmente due: questi insetti sembrano essere attratti dall’odore di etanolo e metanolo secreto dal sudore di chi ha bevuto e due, come tutti sappiamo, l’alcohol aumenta la temperatura corporea attirando di conseguenza le zanzare.

5 La genetica!
La maggior parte dei motivi per cui sarai tu il pranzo della zanzara di turno è imputabile ai tuoi geni. Sono proprio loro a influenzare la maggior parte dei fattori che determinano quanto sei appetibile per una zanzara: il metabolismo, la sudorazione e tanto altro. Per cui se “per natura” sei predisposto ad essere un bersaglio succulento ci puoi fare ben poco, del resto la genetica è la genetica e non si può cambiare…

Nonostante tutto ci sono una serie di accorgimenti che sicuramente ridurranno le tue possibilità di essere punto dalle zanzare. In primis è necessario munirsi di zanzariere e coprirsi il più possibile, magari con vestiti dai colori non scuri o vivaci come il rosso, il blu e il nero ( da cui questi insetti sono attratti). Inoltre alcune sostanze come la Citronella o la Catambra fungono da repellenti naturali per le zanzare.
Altrettanto importante ( neanche a dirlo) è la prevenzione: occorre evitare Ristagni idrici e posizionare dei frammenti di filo di rame in quei contenitori d’acqua che per qualsiasi eventuale motivo non sia possibile svuotare per impedire alle larve di svilupparsi.