0 Flares Facebook 0 Twitter 0 Google+ 0 LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×

Ecco 3 proposte imperdibili che offre l’entroterra: abbiamo scelto mete uniche del territorio che miscelano cultura tradizione e natura.

Cominciamo da una vera perla del territorio riminese: San Marino.

Dichiarata nel 2008 Patrimonio dell’UNESCO, questo affascinante borgo medioevale è repubblica a sé e mantiene il primato di più antica repubblica ancora esistente! Il centro storico è arroccato in cima al Monte Titano ed è facilmente raggiungibile anche in funivia. I locali e i camminamenti sulle mura a strapiombo offrono una magnifica vista del territorio circostante. Aperta ai turisti di tutto il mondo organizza eventi di ogni genere; da menzionare sicuramente quelli sportivi, che attirano ogni anno migliaia di appassionati.

“Bartnòra” come originariamente veniva chiamata Bertinoro è un gradevole borgo situato sulle colline di Forlì. Contenuto in una rocca perfettamente fusa alla roccia aspra del territorio sua costruzione risale approssimativamente all’anno mille per rimanere poi inespugnata per quasi tutta la sua storia. Nel cuore della città si trova la “colonna degli Anelli”, detta anche “colonna dell’ospitalità”, sarebbe un pilastro di sasso bianco testimone dell’indole ospitale della città tanto da rinominarla poi “la casa dei viandanti”. Titolo conquistato già tempi addietro quando faceva tappa a Bertinoro chiunque da Roma volesse raggiungere la Britannia. Altre però oggi sono le peculiarità di questa città: oli e vini infatti sono pregiati e tenuti a riposare in antichissime cantine che possono essere visitate da buongustai e curiosi.

Il parco nazionale delle Foreste Casentinesi si trova sugli Appennini tra Toscana e Romagna. Il suo manto millenario offre percorsi turistici sia in sella che a piedi tutti da scoprire. Attraversato da innumerevoli fiumi è sempre stato al centro dell’interesse dei visitatori, la storia ci racconta dell’imperatore Traiano che aveva tentato di contenerli in acquedotti. Negli anni 80 venne realizzata sul percorso del Bidente la Diga di Ridracoli, ad oggi rimane un’attrazione totalmente visitabile e facilmente raggiungibile anche tramite bus. Il Parco rimane meta ambita sia dai più avventurosi che dalle famiglie che adorano tuffarsi nella natura e la scoperta senza rinunciare alle comodità.

Sei d’accordo con noi? Scrivici i luoghi dell’entroterra romagnolo da non perdere secondo te!